Carrello

Come pulire i tappeti: rimedi semplici e veloci

06.06.2022

Come togliere le macchie dai tappeti?

Oltre alle macchie di tutti i giorni, spesso si verificano inconvenienti che producono macchie ostinate sui tappeti. Ecco i suggerimenti degli esperti Folletto per trattare al meglio classici come vino o gomma da masticare.

Con il tempo, l'uso dell'aspirapolvere non è più sufficiente – e solo una pulizia approfondita del tappeto può avere l’effetto desiderato. Oltre alle macchie quotidiane, possono spesso verificarsi molti altri piccoli incidenti che lasciano macchie ostinate. Cerchiamo quindi di capire: il sale è davvero il modo migliore di trattare le macchie di vino rosso? E come possiamo rimuovere la gomma da masticare da un tappeto? Come lavare un tappeto? 

Quando l’aspirapolvere raggiunge il limite 

L’aspirapolvere è un fedele servitore nelle faccende domestiche e l'indiscusso numero uno nella pulizia dei tappeti. Tutto lo sporco che non viene assorbito, le briciole e la polvere possono essere infatti rimossi con facilità dai tappeti. Però l'aspirapolvere è impotente quando si tratta di rimuovere grassi o macchie di caffè. Queste macchie a volte rimangono invisibili ma con il tempo un numero crescente di particelle - anche colorate - si deposita su di esse, lasciando chiari segni di usura e rendendole sempre più visibili. Una spazzola collegata all’aspirapolvere può senza dubbio essere utile, ma risulta insufficiente con le macchie più ostinate.

Come togliere le macchie dai tappeti: come pulire i tappeti in modo naturale

I detergenti per tappeti e lo "smacchiatore magico" che la nonna ha aveva in serbo a volte possono battere i prodotti chimici. Generalmente non ci vuole molto prima che un bicchiere di vino rosso finisca sul tappeto nuovo del salotto. E quando accade, è necessario agire in fretta e versare un pugno di sale sul punto interessato. Tuttavia questo metodo funziona solo se la macchia è ancora umida. Se la macchia di vino rosso invece è già asciutta, uno sgrassante incolore per vetro permetterà di riportare il tappeto al suo stato originario.

I tuoi bambini hanno fatto cadere una gomma da masticare sul pavimento ed è finita sul tappeto? Uno 'shock a freddo’ ti consentirà di rimuoverla perfettamente. Trattare il punto interessato con cubetti di ghiaccio o ghiaccio spray per rendere friabile la gomma e staccarla dalle fibre è infatti la soluzione ideale. Anche la pasta dentifricia contenente mentolo è in grado di rimuovere le macchie di grasso da tessuti e tappeti. La pasta deve essere lavorata sulla macchia, lasciata asciugare e quindi lavata usando acqua e detergente. In questo modo la macchia potrà essere rimossa con facilità e delicatezza dalle fibre del tappeto senza lasciare alcun residuo.

Tre metodi efficaci per pulire il tappeto

Una semplice prova potrà indicarti se il tuo tappeto necessita di un trattamento pulente di base. È sufficiente infatti strofinare un pezzo di carta bianca sulle parti usate più di frequente del tappeto. Se la carta assume un colorito scuro, suggeriamo di effettuare una pulizia approfondita.

1. Metodo spray

Usando il metodo dell'estrazione spray, un detergente fluido viene spruzzato ad alta pressione sui peli del tappeto. In questo modo le particelle di sporco verranno rilasciate e potranno essere rimosse con facilità con l’aspirapolvere. L'estrazione spray è una procedura elaborata e un’implementazione non corretta può danneggiare il pavimento. Pertanto è sempre consigliabile che tale metodo sia sempre eseguito da un esperto.

Vantaggi

  • Pulizia molto approfondita
  • Eccellente effetto in profondità


Svantaggi

  • La pulizia può essere eseguita soltanto con un'attrezzatura speciale
  • Richiede molto tempo
  • Tempi di asciugatura elevati
  •  Non è possibile camminare immediatamente sulle superfici pulite
  • L'aderenza del tappeto può deteriorarsi
  • L'umidità in eccesso può danneggiare il pavimento. Se applicata in modo non corretto è possibile la formazione di macchie.

 

2. Lavaggio con shampoo

Il lavaggio con lo shampoo viene completato in due fasi. Il detergente viene applicato e strofinato sul tappeto. Un aspira-liquidi o un’applicazione per estrazione spray assorbe poi la soluzione in eccesso. C’è un aspetto da tenere sempre in considerazione: il lavaggio con lo shampoo è una procedura elaborata, che dovrebbe essere eseguita soltanto da un esperto, perché il pericolo di provocare danni a causa di una applicazione non corretta è elevato.

Vantaggi

  • Pulizia molto approfondita
  • Eccellente effetto in profondità


Svantaggi

  • La pulizia può essere eseguita soltanto con un'attrezzatura speciale
  • Richiede molto tempo
  • Tempi di asciugatura elevati
  • Non è possibile camminare immediatamente sulle superfici pulite
  • L'aderenza del tappeto può deteriorarsi
  • L'umidità in eccesso può danneggiare il pavimento. Se applicata in modo non corretto è possibile la formazione di macchie.

 

3. Come pulire i tappeti a secco: come pulire i tappeti con il Folletto

E qui entra in gioco il sistema di pulizia Folletto VK7s con la sua Spazzola elettrica multifunzionale per pavimenti EB7s. Per prima cosa passare l'aspirapolvere sul tappeto quindi spargere il detergente - per esempio Kobosan Active Vorwerk – sul tappeto e lavorarlo. Sul tappeto si può passare l'aspirapolvere dopo alcuni istanti. Il lavaggio con la polvere rimuove anche le macchie di grasso più ostinate dai tappeti. Vengono rimosse inoltre tutte le sostanze capaci di provocare allergie, come le feci degli acari.

Vantaggi

  • Si può camminare sul pavimento in qualsiasi istante
  • Tempi di asciugatura ridotti
  • Pulizia rapida e semplice
  • Nessuna attrezzatura speciale necessaria
  • Eccellente effetto pulito


Svantaggi

  • Per precauzione, i bambini devono essere tenuti lontani dal tappeto durante il tempo di applicazione.

 

Come pulire tappeto a pelo corto: come pulire tappeti con il bicarbonato

I tappeti a pelo corto possono essere molto pregiati e possono purtroppo macchiarsi a causa di diversi fattori. Per non rovinare completamente un tappeto, è necessario intervenire istantaneamente sulla macchia o sullo sporco.

Per prima cosa inumidite il tappeto con dell’acqua tiepida e lasciate assorbire l’acqua al pelo, Una volta che il tappeto avrà assorbito perfettamente l’acqua, dovrete aggiungere un paio di cucchiaini di bicarbonato.  Strofinare la parte macchiata con un panno di cotone o con una spugna molto morbida, per non rovinare la trama del tappeto. Una volta strofinata la parte macchiata, procedete con il risciacquo sempre attraverso l’utilizzo di acqua tiepida. Il bicarbonato è in grado di rimuovere le tracce di sporco e le macchie superficiali dal tappeto.

Come pulire tappeto a pelo lungo

I tappeti a pelo lungo sono folti e morbidi, ideali per poggiarsi e lasciarsi coccolare nei momenti di relax. Come procedere per pulirli? Spazzolate il tappeto con una scopa di saggina per togliere la polvere, e se ne avete la possibilità lasciatelo appeso in verticale all’aria aperta su di un filo. Successivamente ponetelo di nuovo in piano, prendete qualche cucchiaio di bicarbonato e spargetelo sul tappeto, lasciandolo agire per qualche ora.

Eliminate il bicarbonato con una spazzola morbida per togliere il grosso e poi appendete il tappeto in verticale e sbattetelo con un battipanni.

Evitate l’aspirapolvere in quanto i peli lunghi potrebbero essere risucchiati e di conseguenza si potrebbero danneggiare le loro fibre. La pulizia a mano è più faticosa ma è più sicura.

Come togliere le macchie dai tappeti persiani: come pulire i tappeti persiani con il Folletto

Il tessuto dei tappeti persiani è pregiato, ecco perché è indicato l'utilizzo di sostanze naturali e non aggressive, in modo tale da non rovinare il tappeto. Fra le sostanze consigliate per la pulizia dei tappeti di questo tipo c'è il bicarbonato, poiché è in grado di rispettare il filato e i colori del tappeto, ridando al tessuto la brillantezza originaria.

Per prima cosa spargere il bicarbonato sulla superficie del tappeto e poi strofinarlo delicatamente con una spazzola morbida oppure con una scopa. Bisogna lasciarlo riposare in modo che il suo effetto pulente sia efficace; il periodo di riposo indicato è di circa dieci ore, perciò si consiglia di spargere il bicarbonato la sera e lasciarlo a riposo sul tappeto per l'intera notte.

A questo punto, entra in gioco il Folletto, con cui aspirare, con estrema delicatezza, il bicarbonato presente sul tappeto, che al termine di questo trattamento avrà ritrovato la brillantezza originaria.

Un rimedio ancor più naturale del bicarbonato è la neve, che ovviamente può essere utilizzata soltanto durante il periodo invernale; come lavare i tappeti persiani utilizzando la neve? Basta stendere il tappeto con il pelo rivolto verso la neve oppure cospargerne la superficie; in entrambi i casi, la durata dell'azione della neve deve essere non superiore a qualche minuto. In pochi attimi, dunque, potrai ridare l'antica vivacità ai colori del tuo tappeto persiano.

Il vero alleato di tutti i tappeti di casa? Il sistema di pulizia Vk7s, senza filo e più potente che mai.

Il sistema di pulizia Folletto VK7s dispone di un set completo di accessori per lavorare su tutte le superfici, siano esse pavimenti di diverse finiture, siano superfici tessili come tappeti, divani o materassi.

La spazzola elettrica multifunzionale Folletto EB7s pulisce diverse superfici, dal tappetto ai pavimenti duri, basandosi su un sistema di riconoscimento automatico ad ultrasuoni. La spazzola motorizzata è in grado di riconoscere il tipo di pavimentazione e adattare di conseguenza la velocità di rotazione delle spazzole e la potenza di aspirazione. 

Vuoi saperne di più? Richiedi una dimostrazione personalizzata di un agente Folletto direttamente a casa tua.